Chi sono

"Non amo che le rose che non colsi, non amo che le cose che potevano essere e non sono state”. (Cocotte, Guido Gozzano)

Non ho mai subito la seduzione del potere, ma quando mi è stato offerto l’assessorato ho accettato subito la sfida. Con entusiasmo ma anche con paura: amministrare è faticoso, trasformare le idee in cose concrete è difficile.

Sono laureata in Economia, dottore commercialista e revisore contabile. Prima di questo ruolo, insegnavo Metodologia e Tecniche del Servizio Sociale alla Federico II. Una carriera, la mia, molto lontana dalla politica. Mi venne chiesto un curriculum, lo inviai senza nemmeno sapere che sarebbe finito sulla scrivania del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, alla vigilia di un viaggio di lavoro per la Romania come visiting professor. Al mio ritorno ero assessore.

In questi anni ho imparato che, con l’impegno e la fatica, tutto si può fare, si possono raggiungere grandi risultati. Ma soprattutto ho scoperto che la Cosa Pubblica è ciò che di più bello esista perché con la politica si può mettere ordine, far funzionare quello che non va e cambiare, in meglio, la vita delle persone. Per la scuola ho lavorato con l’obiettivo di creare una comunità con insegnanti e dirigenti, certo, ma anche con tante istituzioni attive sul territorio. Per le Politiche Sociali c’è ancora tanto da fare, ma stiamo costruendo un sistema di welfare che possa trasformarsi in servizi per i cittadini. Dare sempre il massimo, indipendentemente dall’esito finale, è il mio motto. Come donna conosco il peso della doppia presenza – lavorare il doppio per reggere la competizione con gli uomini – ma lo porto con disinvoltura sui tacchi alti ai quali non rinuncio mai. Non lavoro con stress ma con sorrisi ed empatia.

Sono napoletana e vivo da sempre a Napoli con mio marito Luca, mia figlia Sveva di 16 anni e una gatta persiana, Eva, di cui sono innamorata. Cucinare non è per me, preferisco occuparmi di piante e fiori più che dei fornelli. Ho studiato danza classica e mi piace ancora ballare, mentre ho detestato le lezioni di pianoforte impostemi da bambina. Adoro l’Opera e il cinema francese, mi piacciono i libri di Milena Agus e Lorenzo Marone. Sono tifosa del Napoli e vado allo stadio, ma seguo anche il rugby. Ischia è il mio luogo del cuore, qui si sono conosciuti i miei genitori ed è il luogo in cui ho incontrato mio marito. Da sempre, nella vecchia casa di mia nonna, ogni estate si riunisce tutta la famiglia.